PRIMA GUERRA MONDIALE

1 a) b) – Lanciere Britannico, 1918.

Revisione con integrazione di parti mancanti modellate ex novo di un pezzo mutilo in 80 mm. Ditta ignota.

 

 

2 – Impero Tedesco. Ulanen-Regiment Graf Haeseler Nr. 11, ulano in uniforme da campagna, 1914.

 

Figura in 54 mm. della ditta John Smith.

3 a) b) – Wilhelm Kronprinz di Germania, 1918.

Uniforme da campagna da ufficiale del 1° Leib-Husaren Regiment; feldmutze di piccola tenuta. Pezzo unico derivato da una figura Art Girona. Cavallo assemblato con componenti Eisenbach. 54 mm..

 

 

4 – Bernhard III, duca di Sassonia-Meiningen, 1914.

 

Uniforme da generale di fanteria. Figura Metal Modeles modificata. 54mm..

5 – Gran Bretagna – 2nd/19th batt., The London Regiment, Palestina 1917.

Figura della ditta New Hope Design; 54 mm..

6 – Gran Bretagna, avieri, 1915-1918.

 

Storico grezzo della ditta Ensign; 54 mm..

7 – Artiglieria da Montagna, Italia, 1915 – 1918.

Modello in 54 mm. della ditta Romeo Models.

8 – Italia. Geniere tagliafili, 1916 – 1918.

 

Il personaggio indossa la famosa corazza Farina, dal nome del suo progettista. Figura in 54/60 mm. della ditta Milit Model.

9 – Impero Britannico. King’s African Rifles, 2° batt, ascari, 1915 – 1918.

Figura in 54mm. della ditta New Hope Design modificata.

10 – Impero Britannico. Australia, 4th Ligt Horse rgt., 1917.

 

A Bersheeba (31 ottobre 1917), privi della loro sciabola d’ordinanza, i cavalieri australiani caricarono puntando in avanti la baionetta. Pezzo unico con uso di materiale Tommy’s War. 54 mm..

11 – Impero Britannico. India, 10° Jats, havildar (sottufficiale), 1916 – 1918.

La mitragliatrice è una Lewis. Figura in 54 mm. della ditta Chronos.

12 – Impero Britannico. India, havildar (sottufficiale) di fanteria con mitragliatrice Lewis.

 

Figura in 54 mm. della ditta Mitrecap.

13 . Francia. Les taxis de la marne, 7 settembre 1914.

Tutti i taxi parigini vennero requisiti per portare al fronte più truppe possibile per evitare che l’offensiva tedesca ne provocasse lo sfondamento. Figure in 54 mm. della ditta Durendall.

14 – Francia. Spahis marocchino, 1914.

 

Figura in 60 mm. della ditta Sigilla Miniatures.

15 – Francia. Tirailleurs algeriens, inizio 1914.

I pantaloni marroni vennero dismessi di lì a poco. Revisione di una figura Vanot in 54 mm. Pittura: M. Giuliani.

16 – Francia. Fante di un reggimento coloniale, c. 1918.

 

I reparti coloniali coinvolti nella Grande Guerra portavano uniformi di colore moutarde. Vecchia figura Mokarex in plastica.

17 a)b)c) – Francia. Ufficiale e soldato di fanteria, fronte italiano 1917.

Eccellente kit in 54 mm. della ditta Nemrod. Pittura: atelier Venturi.

 

 

18 – Francia. Fante armato di fucile mitragliatore Chauchat, 1918.

 

Kit in scala 1/35 in plastica della ditta ICM.

19 – Francia. Chasseur Alpin, 1917.

Fonte documentaria: fotografie di un gruppo di ricostituzione. Pezzo unico su base Metal Modeles. 54 mm.

20 – Francia. Garde Vie, 1918.

 

Durante il periodo finale della guerra a questo corpo civile militarizzato era affidato il controllo delle vie di comunicazione. Figura della ditta Vanot revisionata. 54 mm.. Pittura: M. Giuliani.

21 – Francia. Aviatore, 1914.

Si tratta dell’uniforme della mobilitazione: tunica blu scuro e pantaloni rosso garanza. Figura in 60 mm. della ditta Sigilla Miniatures. Pittura: atelier Venturi.

22 – Impero Austro-Ungarico. Fanteria, rgt. nr. 13, Capitano, 1914.

 

L’uniforme è quella della mobilitazione colore hechtgrau (grigio luccio) con sciarpa in vita. Pezzo unico in 54 mm.

23 – Impero Austro-Ungarico. Fanteria, ufficiale, 1915.

Già nel 1915 furono adottate le uniformi di colore feldgrau. Figura della ditta The Bodi in scala 1/35.

24 – Impero Austro-Ungarico. Ufficiale degli Ussari, 1914.

 

Si tratta di uno degli ultimi esempi di uniformi ottocentesche destinate ben presto a sparire. Figura della ditta The Bodi in scala 1/35. Pittura: atelier Venturi.

25a)b) – Impero Austro-Ungarico. Fanteria, rgt. nr. 40, 1915.

I pantaloni sono ancora del vecchio tipo ma il colore è il nuovo feldgrau; anche la distribuzione del colore distintivo (celeste) sul colletto e la foggia del berretto sono diverse. Appeso sulla spalla sinistra spicca il cordoncino da tiratore scelto (schutzenauszeichnung). Kit in scala 1/35 in plastica della ditta ICM.

 

 

26 – Impero Austro-Ungarico. Fanteria, rgt. nr. 31 (ungherese), 1914.

 

Si osservino i pantaloni all’ungherese, stretti alle caviglie e decorati con nodi e filettature laterali di cordoncino verde. Fonte: G. Somogyi, Hungarian soldiers in the world wars 1914-1918, 1939-1945. Pezzo unico su base della ditta St. George Cross. 54 mm..

27 – Russia. fanteria, granatiere, 1917.

L’elmo Adrian è di produzione francese. Figura in 75 mm. della ditta Tartar Miniatures. Pittura: atelier Venturi.

28a)b)c) – Russia. Fanteria, rgt. nr. 105, 1914.

 

La scenetta trae spunto da un volumetto Osprey (CMB 011) in cui viene trattato il combattimento fra russi e tedeschi avvenuto a Goritten il 7 novembre del 1914. La tipica mitragliatrice russa con piccole ruote è del modello PM – M1910. Composizione realizzata con materiale in scala 1/35 delle marche Masterclub (soldati) e ICM (mitragliatrice). Pittura e ambientazione: P. Fanfani, M. Venturi.

29 – Germania (Impero Tedesco). Landsturm, 1/1° batt., 1914.

Questa unità partecipò attivamente alla battaglia di Tannnberg. Figura in 54 mm.
della ditta Tommy's War.

30 – Germania. Garde Grenadier rgt. nr. 3, tenente, 1914.

 

I particolari che denotano l’uniforme di questo personaggio sono i litzen al colletto ed ai polsini relativi ad un reggimento della guardia ed il casco tipo Pickelhaube completo di teletta di protezione. Battaglia della Sambre. Figura in 54 mm. della ditta Tommy’s War.

31 – Germania . 2. Garde Regiment zu Fuss, tenente, 1917.

L’uniforme nella nuova versione vede ridotti al minimo tutti gli elementi identificativi di grado e di unità. Fronte Occidentale. Figura in 54 mm. della ditta Tommy’s War.

32 – Germania. Fante con mitragliatrice modello MG 08/15, 1916.

 

Figura e mitragliatrice di serie in 54 mm: Kaiser’s Army (soldato), Sparta (mitragliatrice). Pittura: P. Fanfani.

33 – Germania. Fanti con mitragliatrice Maxim MG 08, 1918.

Fronte occidentale, 1918. Elaborato con materiali (soldati e mitragliatrice) della ditta Scale Link in 54 mm.. Pittura e ambientazione: P. Fanfani, M. Venturi.

 

 

34 – Germania. 3° rgt. Fanteria Leggera (Batt. Sciatori Bavaresi), 1915.

 

Si osservino la coccarda bianca e azzurra (bavarese) sul berretto, le mostrine speciali e lo zaino da montanaro. Conversione di una figura della ditta Tradition in 54 mm.

35a)b) – Germania. Alpino di un reggimento wurttemburghese, 1917.

Si osservino le mostreggiature verdi ed il distintivo a forma di stella alpina al berretto. Fronte italiano, 1917. Pezzo unico in 54 mm.

 

 

36 – Germania. 108° Reggimento Fucilieri, assaltatore, 1916.

 

Elaborazione di una figura in scala 1/35 della ditta Masterclub. Pittura: P. Fanfani.

37 – Germania – Sottufficiali piloti (viezefeldwebel), 1916.

La figura di sinistra è della ditta Kellerkind. Quella di destra, della Model Cellar, riproduce una fotografia dell'asso dell'aviazione Max Immelman. 54 mm.

38 – Germania. Ufficiale di fanteria, uniforme da libera uscita, 1914..

 

Questa uniforme conserva ancora tutte le filettature rosse provenienti dallo stile precedente. Figura in scala 1/35 della ditta Mantis. pittura. C. Rossi.

39 – Germania. Husaren regiment nr. 5, Macedonia 1918.

L'uniforme si caratterizza nell'adozione del casco tipo coloniale. Le patte di spalla rosse identificano il reggimento. Figura in 54 mm. della ditta Tommy's War modificata.

40 – Germania. Ulanen Regiment nr. 2, 1914.

 

Al di là dell'adozione del colore feldgrau, niente cambia nella tipica foggia dell'uniforme degli ulani. Figura in 54mm. della ditta PZ modificata.

41 – Germania. 15° Reggimento di Fanteria Leggera (bavarese), 1918.

Uniforme indossata a Baku nel settembre del 1918. Pezzo unico su base della ditta Tradition. 54 mm..

42 – Germania. Il generale Magnus von Eberhardt, 1855 – 1939.

 

Il generale von Eberhardt comandava il XV corpo di riserva. L’uniforme è quella di un reggimento della guardia come denotano i galloncini argentati al colletto ed ai polsini. Figura in 54 mm. auto costruita su base Tradition.

43 -Germania. Otto Liman von Sanders, 1855 – 1929.

Si tratta del rappresentante germanico presso l’esercito ottomano durante la Grande Guerra. Figura in 54 mm. auto costruita.

44 – Impero Ottomano – Mustafa Kemal Bey, 1881 – 1938.

 

Meglio conosciuto come Ataturk (padre dei turchi) Mustafa Kemal è qui proposto nel 1915 con il grado di ufficiale di Stato Maggiore. Conversione di una figura in 54mm. della ditta Tommy's War.

45 – Bulgaria. Soldato di fanteria, 1916 – 1918.

Figura in 54 mm di produzione russa revisionata.

46 – Romania. Fanteria, 47° reggimento di riserva, 1916.

 

Figura in 54 mm di produzione russa revisionata.

47 – Belgio. Fante e carabiniere con mitragliatrice trainata da un cane, agosto 1914.

materiale in scala 1/35 della ditta D-Day. Pittura: atelier Venturi.

48 – Impero Austro-Ungarico. Ufficiale di fanteria, 1914.

 

Questo ufficiale indossa l’uniforme da campagna di colore hetchgrau (grigio luccio) indossata all’inizio del conflitto.j Kit in scala 1/35 in plastica della ditta ICM.

49 – Germania. Assaltatore, Verdun, giugno 1916.

Si tratta di pionier (geniere) del V/5 battaglione d’assalto (Rohr) che il prototipista della ditta Tommy’s War ha realizzato riproducendo un’illustrazione di un volumetto della serie Osprey Man-at-Arms. 54 mm.

50 – Germania. Leutnant (sottotenente), 44° battaglione aeronautico, Champagne,
ottobre 1915.

 

Grezzo di serie degli stessi autore e fonte del n° 49. L’uniforme è quella del reparto
di provenienza: 3° Ulani. 54 mm.

51 – Germania. Ufficiale di fanteria, 1914.

Figura in 54 mm. della ditta Tommy’s War Miniatures.

52 – Gabriele D’Annunzio, 1863 – 1938.

 

Il personaggio rappresentato, meglio conosciuto come “il Vate”, è qui rappresentato con l’uniforme riportata nelle maggior parte delle fotografie posteriori all’impresa di Fiume (1919-1920) che lo ritraggono. Questa è caratterizzata da tutta una serie di elementi distintivi e decorazioni. Si osservino fra le altre: distintivo da ufficiale degli Arditi al braccio sinistro in alto; nastrini portati atipicamente sul bavero sinistro del colletto; medaglia di Fiume (nastro rosso-giallo-blu); Contrassegni di promozione per meriti di guerra al di sopra di entrambi i polsini; al colletto le fiamme nere degli Arditi. Le fotografie mostrano un cappello da alpino portato sbilenco, privo di penna e con un’ampia fascia nera attorno alla cupola. Pezzo unico in 54 mm. con uso di materiale della ditta Milit.

53 – Gran Bretagna. Sergente di fanteria, 1916-1918.

Si osservino i contrassegni sulle maniche. A destra: blu e rosso di anzianità al fronte; a sinistra: barretta gialla per una ferita. Figura in 60 mm. della ditta JMD Miniatures.

54 – Gran Bretagna.  Ufficiale dei  carristi, 1917-1918.

 

Figura in scala 1/35 della ditta Stalingrad.

55 – Germania. Fanteria di linea, soldato. Fronte Orientale, 1914.

Si tratta dell’uniforme regolamentare dell’entrata in guerra: Giacca e pantaloni feldgrau con filettature rosse. Kit in plastica, scala 1/35, della ditta ICM.

56 – Germania. Fante della  Landsturm (milizia territoriale), 1915.

 

Caratteristiche dell’uniforme della Landsturm sono la croce ed il numero di battaglione in verde sulla teletta del pickelhaube e le spalline blu. Si tratta di un membro del Battaglione Siegen, 2° del XVIII Corpo d’Armata. Figura in 54 mm. della Kaiser’s Army.

57 –  Germania.  Luftschiffertruppe (adetto ai dirigibili), 1915/16.

Figura in 54 mm. della ditta Kellerkind Miniaturen.