FRANCIA

1 – Trombettiere del 9° Corazzieri, 1808-09.

Fonte documentaria: cartolina della collezione Boucquoy, vol III, carta 122.

 

 

2 – Suonatore di gran cassa del 19° Dragoni, 1808.

 

Fonte: Bucquoy, vol. VI, carta 32. Pezzo unico con uso di materiale Metal Modeles e Historex. 54 mm..

3 – Trombettiere e timballiere dei Dragoni della Guardia, 1807-14.

Fonte: tavola uniformologica di L. Rousselot. Pezzo unico con uso di materiale Metal Modeles e Historex. 54 mm..

4 – Musicante del 7° Cacciatori a Cavallo, 1812-13.

 

Fonte: Bucquoy, vol V, carta 63. Pezzo unico con uso di materiale Metal Modeles e Historex. 54 mm..

5 – Trombettiere della compagnia scelta del 10° Cacciatori a Cavallo francesi con la “Livrea Imperiale”. Lipsia, 1813.

Pezzo unico con uso di materiale di ditte varie. 54 mm..

 

6 – Trombettiere della compagnia scelta del 4° Cacciatori a Cavallo francesi con la “Livrea Imperiale”. Waterloo, 1815.

 

Pezzo unico con uso di materiale di ditte varie. 54 mm..

7 – Tamburino del 6° rgt. di Fanteria di Linea, Regno Italico 1810.

 

Fonte: tavola uniformologica Forthoffer. Pezzo unico con uso di materiale Metal Modeles. 54 mm..

 

 

8 – Tamburino dei Volteggiatori dei Granatieri di Oudinot, 1809.

 

Fonte: tavola uniformologica Forthoffer. Pezzo unico con uso di materiale Metal Modeles. 54 mm..

9 – Suonatore di gran cassa del 15° rgt. di Fanteria Leggera, 1807.

Fonte: tavola Rigo Le Plumet. Pezzo unico con uso di materiali vari. 54 mm..

 

10 – Corazziere francese del 4° reggimento alla Beresina. Campagna di Russia, 1812.

 

Pezzo unico con uso di materiali vari. 54 mm..

11 – Chasseurs à Cheval de la Garde, trombettiere, 1806 – 15.

Figura della ditta Pegaso in 54 mm..

12 – Tamburino del 2° rgt. di Fanteria Leggera di Nassau-Usingen. Waterloo, 1815.

 

Fonte:  studio di Patrice Courcelle. Figura auto costruita. 54 mm..

13 a) b) – 9° Régiment d’Infanterie de Ligne, musicante, 1809.

Pezzo unico con utilizzo di materiali di varia provenienza. 54 mm..

 

14 a) b) c) – Dragoni della Guardia, trombettiere, 1810.

 

Figura della ditta Metal Modeles in 54 mm.

15 a) b) c) – Cacciatori a Cavallo della Guardia, timballiere, 1810.

L’uniforme qui rappresentata è quella che proveniente dalla collezione Dubois de l’Etang è stata poi ripresa da Lucien Rousselot e da Eugene Lelièpvre e da più parti pubblicata. Si notino il colore azzurro intenso e la atipica coesistenza di due rossi: lo scarlatto ed il carminio. Pezzo unico con uso di materiali delle ditte Metal Modeles e Andrea Miniatures; 54 mm..

 

 

16 – Fanteria di Linea, sergente dei fucilieri 1807.

 

Figura della ditta Metal Modeles; 54 mm..

17 a) b) c) – Timballiere dei Granatieri a Cavallo della Guardia, 1813.

Questa uniforme ha come fonte un disegno della collezione Cottreau, ma, anche se accolta e riproposta da Job, pare essere un progetto mai realizzato. Pezzo unico in 54 mm di derivazione Metal Modeles.

 

 

18 – 3° Reggimento di Fanteria, Svizzera, 1806.

 

Pezzo unico con uso di materiali eterogenei. Pittura: Fabrizio Cheli. 54 mm.

19 – Ritirata di Russia, 1812.

Si racconta che il cane Moffino partecipò alla ritirata di Russia, perdendo il suo padrone per poi ritrovarlo. Figure in 54 mm. autocostruite.

20 – Medico e farmacista di prima classe, c. 1810.

 

Il personale medico militare indossava uniformi di un colore particolare detto bleu barbeau (blu fiordaliso). Figure in 54 mm. della ditta Metal Modeles.

21 – Il Capo Squadrone Hector Thérond, Aiutante di Campo di Lasalle, 1806.

Figura in 54 mm. della ditta Pegaso Models.

22 – Volteggiatore di Fanteria Leggera, 1812.

 

Malgrado l’adattamento ai rigori dell’inverno russo, gli elementi uniformologici identificativi sono ancora visibili. Figura in 75 mm. della ditta First Legion.